Chieti e Pescara: arrivano fondi per i canili

Canili: Chieti e Pescara, arrivano i fondi

Condividi

di Redazione

“Dieci milioni di euro tra il 2021 e il 2022 per gli enti locali che vogliano mettere a norma i canili o che ne vogliano costruire altri allo scopo di dare dignità agli animali e decoro alle nostre città”. Lo ha annunciato ieri la deputata, Daniela Torto, sottolineando che del risultato raggiunto ne beneficeranno anche 2 comuni abruzzesi.

La deputata Daniela Torto è soddisfatta del risultato raggiunto grazie a un emendamento alla Legge di Bilancio 2021 di cui è stata prima firmataria e che ha portato a un decreto per la ripartizione dei fondi da parte del ministero dell’Interno. 2 i comuni abruzzesi che beneficeranno di queste risorse: Chieti riceverà una somma di 187 mila euro e Pescara di oltre 115 mila euro. La deputata ieri si è recata in visita al canile di Chieti, insieme all’assessore comunale alla sanità del M5S, Fabio Stella e al nostro consigliere comunale Luca Amicone, apprezzando il grande impegno svolto dai volontari in sinergia con l’amministrazione. I volontari infatti, sono una risorsa preziosa: sono loro che dedicano il loro tempo ed il loro amore agli animali che aspettano pazientemente una casa dentro un box, senza loro ci sarebbero meno carezze, meno coperte asciutte, meno passeggiate e meno amore.

Canili: Chieti e Pescara: arrivano fondi

Fondi per canili e strutture più efficienti

Sul tema, è intervenuto anche l’assessore Fabio Stella, da anni attivo in prima linea su queste tematiche, assessore con delega al randagismo nel comune di Chieti: “Si tratta di fondi che contribuiranno di certo a rendere più efficienti i canili e le strutture presenti. Mi attiverò in prima persona per seguire l’iter che ora avrà avvio. Ringrazio l’impegno della nostra parlamentare Daniela Torto e Giancarlo Cascini che mi ha preceduto come assessore: insieme hanno permesso questo importante traguardo. A livello comunale si può fare di più, ci sono tante criticità che abbiamo individuato e su cui stiamo lavorando per armonizzare il lavoro e la collaborazione delle strutture coinvolte”.

Ci sembra un ottimo traguardo raggiunto, grazie all’attenzione e all’interessamento della nostra parlamentare abruzzese, molto sensibile a queste tematiche, del resto già la nostra legge quadro n. 281 del 14 agosto 1991 che spesso in tanti dimenticano, Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo parla chiaro, riconosce il diritto alla vita e alla tutela dei randagi, condanna gli atti di crudeltà contro di essi, i maltrattamenti ed il loro abbandono. In conclusione ci sentiamo di fare alcune considerazioni: tutti gli animali hanno dei diritti e il diritto ad un’esistenza dignitosa è fondamentale anche per la coesistenza delle specie nel mondo, il rispetto verso essi è importante e strettamente legato al rispetto fra gli umani, questi insegnamenti sono importanti nell’educazione a partire dall’infanzia. Quando un bambino viene educato su questi temi, in futuro sarà di certo un adulto consapevole.

Canili: Chieti e Pescara: arrivano fondi

Ti potrebbe interessare anche Nuovi input: strutture di accoglienza alternative a canili e “residence”

Seguici anche su

Condividi

Post popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *