Domenica a Pescara la prima Eco-regata, in nome dell’ambiente

Domenica a Pescara la prima Eco-regata, in nome dell’ambiente

Condividi

Gli studenti abruzzesi pronti a sfidarsi con le loro eco-zattere

di Michele Brunetti

Tutto pronto a Pescara per ‘Ecoboat Race’, la prima eco-regata realizzata su tutto il mare Adriatico, evento curato da Ecomob nell’ambito di ‘Fest’ambiente mare’ di Legambiente. L’eco-regata si terrà a Pescara domenica 20 giugno, nell’area di mare antistante la spiaggia della zona Madonnina. La Ecoboat race 2021 è il primo progetto di formazione sul rispetto dell’ambiente e del mare che ha avuto come missione conclusiva la progettazione e la costruzione di zattere utilizzando materiale di riciclo. Il progetto è stato dedicato alle scuole secondarie di secondo grado abruzzesi, ora a fine del percorso sono chiamate ad affrontarsi in quella che si preannuncia come la più divertente e folle eco-regata dell’Adriatico. Nel corso della giornata si svolgeranno attività di educazione ambientale e laboratori di riciclo per tutti i visitatori, grandi e piccini.

Invece, l’edizione 2021 di Ecomob, il primo grande evento del centro sud Italia dedicato alla mobilità sostenibile, è in programma dal 2 al 4 luglio, al Village nel Porto turistico. Nel progetto della Ecoboat, gli alunni partecipanti hanno costruito le eco-zattere, lunghe almeno 4 metri, in modalità extrascolastica, ogni scuola partecipa con un team di almeno otto alunni. “Vista la crescente necessità di migliorare la qualità dei nostri territori e facilitare la partecipazione attiva dei cittadini, partendo dalla scuola e dalle nuove generazioni, abbiamo ideato questo progetto di educazione alla qualità della vita, che informa e forma attraverso il gioco, il divertimento e la competizione sportiva, – ha commentato Gianluca Giallorenzo, ideatore della Ecoboat race e di Ecomob -, per una regione che si affaccia sul mare, con una forte vocazione turistica e commerciale, cosa c’è di meglio di una gara nautica sul tema del riciclo dei materiali?”.

Domenica a Pescara la prima Eco-regata, in nome dell’ambiente

Il ruolo fondamentale dei ragazzi e il programma dell’Eco-regata

Gli studenti hanno seguito un percorso formativo online sull’economia circolare, sul riuso e il rispetto per l’ambiente, in collaborazione con Legambiente e l’evento è sostenuto anche da Regione Abruzzo, Comune di Pescara, ricevendo il Patrocinio del ministero dell’Ambiente. È giusto ricordare che le scuole aderenti non hanno sostenuto alcun costo e hanno formato una o più eco-ciurme in modalità extrascolastica. Una socialità ritrovata e un lavoro di squadra che li ha visti cimentarsi nella progettazione e nella realizzazione delle loro eco-zattere, utilizzando esclusivamente materiale di riciclo in nome di una giusta causa, che li dovrà vedere schierati in prima linea nei prossimi anni: ripulire il nostro pianeta e rendere la vita più sostenibile.

Il programma della giornata prevede alle 11.30 la prova in acqua di galleggiabilità e sicurezza, con l’organizzazione, in collaborazione con i partner qualificati, a provvedere e a verificare la sicurezza delle eco-zattere. Alle ore 13.30 ci sarà il lunch break, ai ragazzi e ai collaboratori presenti verrà consegnato un lunch box con il pranzo da consumare sulla spiaggia. Alle 15.30 ci sarà il briefing, dove verranno indicate alle squadre le regole e le modalità di svolgimento della eco-regata, suddivisa in due manches e alle 16.00 è prevista la partenza della gara, con zattere in acqua pronte a darsi battaglia. La cronotabella indica che alle 17.45 sarà tempo di premiazioni, poi sarà il momento di saluti e ringraziamenti dell’organizzazione e dei partner istituzionali, con la presentazione condotta da Marco Papa.

Domenica a Pescara la prima Eco-regata, in nome dell’ambiente

Ti potrebbe interessare anche Fermare il pericoloso metanodotto Snam in Abruzzo, 12 associazioni scrivono al Governo eco-regata

Seguici anche su

Condividi

Post popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *