Peste suina africana, i provvedimenti da adottare nella capitale secondo l’Ispra

Peste suina africana, i provvedimenti da adottare nella capitale secondo l’Ispra

Condividi

di SONIA DI MASSIMO

Arginare la cosiddetta peste suina africana che sta affliggendo la capitale: è questo il fine della Regione Lazio a seguito dell’infezione contratta dai cinghiali, a detta degli esperti, venendo a contatto con i rifiuti dei cassonetti. Poche ma sane regole per debellare il virus: contrastare l’incuria delle strade con una profonda pulizia, provvedere alla recinzione dei parchi, procedere ad una selezione oculata per abbattere i capi contaminati da infezione. La Regione Lazio ha dovuto ricorrere alla definizione di un’area rossa che circoscrivesse la superficie del parco dell’Insugherata.
Le carcasse dei cinghiali disseminati nella capitale romana nonché i recenti casi sospetti di peste suina  hanno ridestato l’allarme. Secondo l’Ispra, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, tale infezione che annienta il suino (cinghiale o maiale) riesce a sopravvivere nelle carni per un periodo più o meno lungo.  

Peste suina africana, i provvedimenti da adottare nella capitale secondo l’Ispra

Peste suina, provvedimenti tempestivi

Essenziale ad oggi è monitorare la situazione per scongiurare il rischio che l’infezione oltrepassi il confine dell’area rossa circoscritta ed evitare così di creare inutili allarmismi. L’adozione di provvedimenti tempestivi, quali la pulizia meticolosa delle strade e lo sgombro dei rifiuti considerati responsabili del contagio, rappresentano al momento il principale deterrente alla propagazione della malattia suina. Urge dunque un impegno civile comune, soprattutto in un’epoca storica come questa in cui la parola virus sta attanagliando la serenità e il quieto vivere di tutti noi. 

Peste suina africana, i provvedimenti da adottare nella capitale secondo l’Ispra

Ti potrebbe interessare anche Cani alfa, attitudine al dominio ereditata dai cugini lupi

Seguici anche su

Condividi

Potrebbe piacerti anche...

Post popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *