Il Portale di Birillo entra nelle scuole

Il Portale di Birillo entra nelle scuole

Condividi

Il Convitto Nazionale di Chieti inaugura il progetto didattico sugli animaliIl Portale di Birillo

di SONIA DI MASSIMO

Mercoledì 19 Febbraio, una giornata all’insegna del binomio giovani-universo animale: con i ragazzi della 1^ e 2^ media della scuola ” Convitto Nazionale “GB Vico” di Chieti, presieduta da alcuni docenti, ha aperto i battenti al progetto formativo dedicato agli istituti scolastici promosso da “Il Portale di Birillo in sinergia con l’assessorato all’Ambiente del Comune di Chieti.

L’iniziativa, volta a promuovere la conoscenza dei servizi e delle normative che disciplinano la tutela e la legittima detenzione degli animali da affezione, nonché a divulgare le nozioni sul patrimonio faunistico abruzzese, è stata illustrata ai ragazzi dallo staff de Il Portale di Birillo: la editor Gisella Pasta il web master Marco Graziani, il coach professionista  Massimiliano Cilli, in collaborazione con la guardia zoofila Gianluca Galliani, coordinatore nazionale GGZZ LNDC animal protection, nonché volontario presso il canile Rifugio di Chieti.

Il Portale di Birillo entra nelle scuole

Un’iniziativa resa possibile grazie alla Preside prof.ssa Paola Di Renzo con il supporto dell’assessore all’Ambiente del Comune di Chieti Alessandro Bevilacqua:Solo l’informazione può essere il mezzo che aiuta a migliorare la condizione del mondo animale. Grazie a “Il Portale di Birillo” – ha detto Bevilacqua – l’incontro ha avuto un riscontro favorevole in termini di interazione tra esperti del settore e ragazzi”.

Una giovane platea attenta ha formulato domande sulle tematiche protagoniste del progetto: tutela degli animali, riserve ed aree faunistiche, estendendo così il tema dagli animali da affezione, con cui i ragazzi abitualmente convivono, alle specie selvatiche.

Il Portale di Birillo entra nelle scuole

Piuttosto che comprare un cane e sentirti un padrone, adottalo e sentitene il custode

A corollario dell’iniziativa sono stati distribuiti alcuni flyers agli studenti per focalizzare la loro attenzione sul fenomeno deprecabile dell’abbandono degli animali e, dunque, sulla tematica dell’adozione, sensibilizzandoli verso l’abbattimento delle barriere che relegano nei canili la vita di tanti pelosetti carenti di affetto.  


seguici anche su Facebook


Condividi

Potrebbe piacerti anche...

Post popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *